Come Coltivare un Achimenes

L’achimenes è una pianta rizomatosa. Ha rami sottili, egnosi, verdi chiaro e flessibili; è caratterizzata da foglie ruvide e sottili e a partire dalla stagione primaverile fino a settembre o ottobre, produce numerosi fiori, che a seconda della specie della pianta può variare di colore.

L’achimenes ama la luce, a patto che non sia diretta. Amano il caldo e mal sopportano il freddo, infatti in autunno vanno in riposo vegetativo; bisogna quindi mantenere i rizomi ad una temperatura intorno ai quindici-diciotto gradi e conservarli o nel vaso, o in sacchetti di tessuto colmi di segatura così da assorbire l’umidità.

Durante questo periodo, i rizomi vanno tenuti asciutti, ma quando la pianta non è nel periodo di riposo (da marzo a ottobre), occorre mantenere sempre il terreno umido. Nel periodo della fioritura è consigliabile dare alla pianta del concime per piante da fiore ogni sette-otto giorni diluito in acqua, ma in dosi inferiori (circa la metà) rispetto alle altre piante.

L’achimenes ama il terriccio ricco di humus e ben drenato; i rizomi vanno posizionati tutti gli anni in terriccio nuovo arricchito di humus e di una piccola quantità di stallatico maturo. Si può moltiplicare questa pianta in diversi modi. Potete praticare la moltiplicazione per talea in estate, per seme in primavera e per tubercoli ricavati dai rizomi, a febbraio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *